Yoast seo come funziona

Per molti proprietari di siti, la SEO sembra eccessivamente complessa e dispersiva. Non deve essere così, e con questo plugin ti aiuterò a ottimizzare il tuo sito internet.

Yoast SEO come funziona e come settarlo correttamente

Yoast SEO come funziona? Sebbene ci sia molto valore nell’assumere un esperto SEO altamente qualificato, c’è anche molto che puoi fare da solo utilizzando strumenti SEO ben costruiti e sistemi di gestione dei contenuti personalizzabili.

Oggi voglio parlare della combinazione perfetta di WordPress e Yoast SEO.

Se desideri una piattaforma potente, personalizzabile e facile da usare per ospitare il tuo sito web, non devi cercare oltre nei meandri della rete la soluzione, perché esiste WordPress.

Lanciato originariamente come b2 cafelog nel 2001, oggi WordPress alimenta una grandissima percentuale di siti internet realizzati in WordPress.

Infatti, ogni giorno vengono creati più di 500 nuovi siti Web con questo CMS.

Imparare a usare WordPress è abbastanza semplice, il che riduce la barriera all’ingresso per molti potenziali editori o proprietari di siti.

WordPress utilizza software open source, il che significa che è altamente personalizzabile perché i programmatori di tutto il mondo possono creare plugin.

Questi plugin ti consentono di personalizzare il tuo sito WordPress in vari modi, tra cui:

  • Aggiunta di pulsanti di condivisione social
  • Ottenere statistiche sulle condivisioni
  • Controllo dei commenti per lo spam
  • Creazione di gallerie di immagini e presentazioni
  • Ottimizzazione per la ricerca

E molti, molti altri. Di seguito alcuni tra i plugin più conosciuti di WordPress:

Puoi trovare i plugin più popolari accedendo alla dashboard di WordPress, quindi facendo clic su Plugin > Aggiungi nuovo > Popolari.

Ora che hai capito cos’è WordPress e come i plugin possono aiutarti a ottenere il massimo dalla piattaforma, parliamo di Yoast SEO.

Questo plugin è super potente e se non lo stai già utilizzando, ti stai perdendo qualcosa di importante per l’ottimizzazione del tuo sito.

Come funzione Yoast

Yoast SEO, meglio conosciuto come Yoast, è un plugin per WordPress progettato per rendere semplice la SEO in loco per gli utenti di WordPress.

Il loro slogan è “SEO per tutti” e il plug-in è davvero per tutti, non importa quanto conoscano e comprendano la SEO.

Una delle cose che preferisco di Yoast è che semplifica la SEO e non richiede che tu sappia programmare.

Il plugin ti guida attraverso ogni passaggio e utilizza codici colore di facile comprensione per mostrarti dove ci sono problemi. Poi ti dice come risolvere questi problemi .

Ecco un esempio di come appare il plugin nel backend del tuo sito WordPress:

Vedremo come scaricarlo e configurarlo un po’ più tardi, ma voglio mostrarti come appare in modo che tu possa vedere quanto è semplice.

Esistono due versioni di Yoast: una è gratuita e l’altra è a pagamento. Per la maggior parte dei siti web o per progetti digitali di piccole dimensioni, puoi facilmente ottenere ciò di cui hai bisogno dalla versione gratuita. I siti più grandi o più tecnici beneficeranno della versione a pagamento.

Entrambe le versioni offrono:

  • La possibilità di modificare il titolo SEO, l’URL slug e la meta descrizione
  • Suggerimenti per l’ottimizzazione per titolo SEO, slug URL e meta descrizione
  • Un’anteprima di come verrà visualizzato il tuo post sui dispositivi mobili e nei risultati di ricerca di Google
  • Un’analisi dell’utilizzo delle parole chiave
  • Un contatore di link interno
  • E un controllo di leggibilità

La versione a pagamento di Yoast offre anche :

  • Uno strumento di reindirizzamento
  • Suggerimenti per il collegamento interno
  • Anteprime di condivisione social Social
  • La capacità di concentrarsi su più parole chiave
  • La SEO può essere complicata e persino travolgente se hai appena iniziato. Potresti essere tentato di saltare la SEO per ora, ma sarebbe un grosso errore.

Scoprirai che Yoast è semplice da usare, ma ti guiderò attraverso ogni passaggio dall’inizio.

Come scaricare e installare Yoast su WordPress

Se hai già installato Yoast sul tuo sito e desideri solo suggerimenti su come configurarlo e utilizzarlo, vai alla sezione “Configurazione di Yoast“.

Se non hai Yoast sul tuo sito WordPress, iniziamo.

Il primo passo è accedere al back-end del tuo sito WordPress, e ti ritroverai nella tua dashboard di WordPress. Fare clic su “Plugin”.

Quindi, scegli “Aggiungi nuovo” dal menu a discesa, che ti porterà, essenzialmente, a un negozio di plugin.

Digita “Yoast” nella barra di ricerca nell’angolo in alto a destra.

Fare clic sul pulsante “Installa ora” nell’angolo destro del plug-in.

Poiché WordPress è un software open source, dovresti sempre fare attenzione quando scarichi i plugin. Chiunque può crearli, anche se WordPress fa un buon lavoro nel monitorarli.

Assicurati di controllare le recensioni e cercare gli aggiornamenti recenti per assicurarti che qualsiasi plug-in che installi sia ancora supportato.

Dopo aver fatto clic su “Installa ora”, WordPress scaricherà e installerà il plug-in.

Ti chiederà quindi di “Attivare” il plug-in.

Una volta completati questi passaggi, sei a posto.

Congratulazioni, ora hai Yoast SEO installato sul tuo sito WordPress.

Se torni alla dashboard di WordPress, vedrai Yoast SEO nella barra laterale sinistra sotto “SEO”.

Il prossimo passo è configurare Yoast e imparare come ottenere il massimo dal tuo nuovo plugin.

Come configurare Yoast

Ora che hai installato Yoast, puoi iniziare a usarlo per sfruttare la SEO per creare traffico sui tuoi contenuti digitali.

Il primo passo dipenderà dal fatto che stavi utilizzando un altro plugin SEO prima di installare Yoast.

Se lo fosse, Yoast semplifica l’importazione di tali impostazioni. In caso contrario, salta questa sezione e vai direttamente alla configurazione delle impostazioni.

Quindi, se stavi utilizzando un altro strumento, vai su SEO > Strumenti > Importa ed esporta.

Quindi, seleziona Importa da altri plugin SEO.

Vedrai che puoi selezionare le impostazioni per alcuni altri plugin SEO, inclusi All-in-One SEO, wpSEO e Woo SEO Framework.

Seleziona la casella dello strumento SEO che stavi utilizzando e fai clic su Importa. Yoast importerà automaticamente tutte le tue impostazioni, incluse cose come le impostazioni della mappa del sito XML predefinite o un modello di titolo predefinito.

NOTA: la funzione di importazione è disponibile solo per gli utenti Yoast a pagamento. Quindi, se non vedi l’opzione, potrebbe essere il momento di eseguire l’aggiornamento.

Se non stavi utilizzando un altro strumento SEO, inizierai da zero.

Anche se hai importato le tue impostazioni da un altro plug-in, ti consiglio di esaminare tutte le impostazioni di seguito in modo da poter ottenere il massimo da Yoast.

Diamo un’occhiata a come configurare tutte queste nuove impostazioni  e capire cosa significano.

Innanzitutto, fai clic su SEO nella barra laterale di WordPress. Questo ti porterà alla tua dashboard Yoast.

Qui vedrai tutti i principali problemi SEO e tutte le nuove notifiche.

Inizieremo con la Configurazione guidata, che ci guiderà passo dopo passo attraverso le impostazioni.

Fare clic su Generale > Configurazione guidata per aprirlo.

Ti verrà data la possibilità di configurarlo da solo o di pagare per un servizio di configurazione.

Potremmo pagare qualcuno, ma qual è il divertimento in questo?

Sistemiamolo da soli.

Il sito che sto usando come esempio è un tema WP genitore. Ti spiegherò i dettagli, ma voglio mostrarti questo processo passo dopo passo.

Il primo è l’ambiente. Yoast vuole sapere che tipo di sito è:

Sceglierò la prima opzione perché stiamo configurando Yoast per un sito online.

Se lo stai facendo per il tuo sito e questo non è un sito utilizzato solo per lo sviluppo, probabilmente sceglierai anche la prima opzione.

Se scegli un sito di staging o sviluppo, Yoast impedirà che il sito venga indicizzato dai motori di ricerca, il che può creare una serie di problemi, inclusi i contenuti duplicati.

È importante notare che se scegli lo sviluppo o la gestione temporanea per un sito live, il tuo sito non verrà trovato nei motori di ricerca.

Quindi, assicurati di scegliere quello corretto.

Il prossimo è il tipo di sito, che è piuttosto semplice. Poiché si tratta di un piccolo sito di pubblicazione, sceglieremo “Sito di notizie”.

Successivamente, Yoast chiede se siamo una persona o un’azienda. In questo caso, il sito è per un’azienda, quindi sceglieremo questa opzione.

Se stai creando un sito personale, ad esempio per un portfolio o un blog personale, quindi scegli “Persona”. Yoast ti chiederà il tuo nome.

Se hai scelto Azienda, Yoast ti chiederà di aggiungere il nome e caricare un’immagine del logo dell’azienda.

Successivamente, chiede dei nostri siti social. Aggiungi quanti ne hai attualmente.

Yoast chiede quindi “Visibilità del tipo di post”. Questo è leggermente più complicato. Ancora una volta, Yoast chiede cosa dovrebbe mostrare ai motori di ricerca, o quali pagine dovrebbero essere deindicizzate.

In generale, ti consigliamo di bloccare i motori di ricerca da elementi come media, pagine di ringraziamento, versioni di pagine stampabili, pagine di test e pagine di testimonianze.

Lasceremo le impostazioni predefinite. Nella maggior parte dei casi, lo farai anche tu.

NOTA: se stai utilizzando un tema con più tipi di pagina, potresti vedere più opzioni in Visibilità tipo di post.

In tal caso, è necessario determinare se si desidera che quelle pagine vengano indicizzate o meno.

La prossima è un’altra impostazione autoesplicativa. Hai più autori? Questo sito lo fa, quindi selezioniamo “Sì”.

Se prevedi di pubblicare post con uno o solo una manciata di nomi utente generici, seleziona “No”. Questo dice a Yoast di non indicizzare le pagine dell’autore.

Successivamente, Yoast vuole connettersi a Google Search Console.

Qui la guida per creare un account search console

Se scegli “Riautenticazione con Google”, si aprirà una nuova finestra e ti verrà chiesto di accedere al tuo account Google. Quindi ti darà un codice per entrare in Yoast.

Se non hai Search Console, ti consiglio vivamente di creare un account.

Se non hai ancora configurato Google Console, puoi saltare questo passaggio e tornarci più tardi.

Il prossimo è Impostazioni titolo.

Questo è ciò che apparirà nei risultati di ricerca dopo il tuo titolo SEO. Per esempio:

Vuoi assicurarti che il “Nome sito web” sia il nome che desideri visualizzare nei risultati di ricerca.

Il separatore del titolo che scegli non è particolarmente importante. Normalmente uso l’opzione predefinita, che è un semplice trattino.

Successivamente, puoi scegliere di iscriverti alla newsletter di Yoast. Se lo fai da solo, ti consiglio di iscriverti in modo da poter continuare a imparare, ma non è obbligatorio.

Ora hai terminato il configuratore delle impostazioni di Yoast.

Questo è solo l’inizio, tuttavia. Ora è il momento di usare lo strumento per ottimizzare i tuoi articoli.

Se hai difficoltà a configurare il plugin Yoast SEO, e necessiti di un supporto, puoi contattarmi tramite il form e sarò felice di aiutarti.

    Leave a Reply

    Address
    304 North Cardinal St.
    Dorchester Center, MA 02124

    Work Hours
    Monday to Friday: 7AM - 7PM
    Weekend: 10AM - 5PM