Cos’è la SEO Black Hat

Black Hat SEO è una pratica contro le linee guida dei motori di ricerca, utilizzata per ottenere un posizionamento più alto del sito nei risultati di ricerca. Queste tattiche non etiche non risolvono per il ricercatore e spesso finiscono con una penalità dai motori di ricerca.

Cos’è la SEO Black Hat? Una definizione

Black Hat SEO si riferisce a una serie di pratiche utilizzate per aumentare il posizionamento di un sito o di una pagina nei motori di ricerca mediante tecniche che violano i termini di servizio dei motori di ricerca. Il termine “cappello nero” è nato nei film western per distinguere i “cattivi” dai “buoni”, che indossavano cappelli bianchi (vedi white hat SEO ). Di recente, è usato più comunemente per descrivere hacker di computer, creatori di virus e coloro che eseguono azioni non etiche con i computer.

In questo articolo imparerai:

  • Cos’è la SEO Black Hat?
  • Tattiche e tecniche che si qualificano come Black Hat SEO
  • Come segnalare Black Hat SEO
  • Come Black Hat SEO può influenzare te e il tuo sito web

È fondamentale rendersi conto che l’ implementazione di tattiche e strategie SEO Black Hat può far bandire il tuo sito dai motori di ricerca , escludendoti dalla fonte numero uno di referral di traffico su Internet. Tutti i SEO hanno bisogno di una corretta comprensione del SEO Black Hat e delle sue conseguenze.

Che cos’è la SEO Black Hat

Black Hat SEO è più comunemente definito come una pratica disapprovata che tuttavia potrebbe aumentare il posizionamento di una pagina in una pagina dei risultati dei motori di ricerca ( SERP ). Queste pratiche sono contrarie ai termini di servizio del motore di ricerca e possono comportare l’esclusione del sito dal motore di ricerca e dai siti affiliati. Un elenco di tattiche e strategie impiegate dai professionisti della SEO black hat è stato apertamente denunciato nelle Linee guida per i webmaster di Google e nelle Linee guida per i webmaster di Bing.

“Il lavoro che sto facendo aggiunge valore all’utente o lo faccio solo per essere visto dai motori di ricerca?” è una cartina di tornasole per stabilire se una tattica SEO andrebbe contro le linee guida per i webmaster di un motore di ricerca. Se non viene aggiunto alcun valore all’utente, ma è probabile che le classifiche aumentino, è molto probabile che le tue decisioni siano black hat. Lo stesso test può essere applicato alle pratiche di ricerca a pagamento per determinare se un’attività è considerata black hat ppc.

Tattiche SEO Black Hat riconosciute

Le seguenti tattiche SEO sono considerate black hat e non dovrebbero essere assolutamente esercitate se vuoi rimanere al passo con Google e altri motori di ricerca:

  • Automazione dei contenuti
  • Pagine della porta
  • Testo o collegamenti nascosti
  • Ripieno di parole chiave
  • Segnalazione di un concorrente (o SEO negativo )
  • Reindirizzamenti subdoli
  • occultamento
  • Schemi di collegamento
  • Reti di pubblicazione degli ospiti
  • Manipolazione dei link (compreso l’acquisto di link)
  • Filatura dell’articolo
  • Link Farm, Link Wheel o Link Networks
  • Spam di markup con rich snippet
  • Query automatizzate a Google
  • Creazione di pagine, sottodomini o domini con contenuti duplicati
  • Pagine con comportamenti dannosi, come phishing, virus, trojan e altri malware

Come segnalare la SEO Black Hat?

Ci sono due ragioni per cui potresti segnalare la SEO black hat. O il tuo sito web è stato attaccato tramite un hack dannoso, virus o una campagna SEO negativa di link spam, oppure vedi risultati web spam su una parola chiave competitiva su cui si trova il tuo sito web. Per quest’ultimo, puoi inviare una segnalazione di spam tramite Google Webmaster Tools. Si prega di utilizzare questo strumento con discrezione.

Nel caso in cui il tuo sito web sia stato attaccato tramite un hack, un virus o un malware dannoso, richiedi una revisione del malware dopo aver rimosso il codice dannoso.

Nel caso in cui il tuo sito web sia l’obiettivo di una campagna SEO negativa di link spam, utilizza lo strumento Disavow Links in Strumenti per i Webmaster di Google dopo aver provato a contattare i webmaster che puntano questi link al tuo sito web per farli rimuovere.

Perché dovresti evitare la SEO Black Hat?

Le tattiche SEO Black Hat possono far bandire il tuo sito web da Google e da altri motori di ricerca.

Sebbene ci possa essere un successo a breve termine attraverso l’aumento del traffico sul tuo sito, le penalità di Google stanno diventando sempre più sofisticate e possono avere effetti devastanti sulle tue classifiche e sul tuo traffico.

Con centinaia di milioni di utenti che effettuano ricerche su Google al giorno, puoi davvero permetterti di essere deindicizzato?

    Leave a Reply

    Address
    304 North Cardinal St.
    Dorchester Center, MA 02124

    Work Hours
    Monday to Friday: 7AM - 7PM
    Weekend: 10AM - 5PM